Come eseguire il backup e il ripristino delle informazioni da Outlook Express con Outlook Express Backup Toolbox?

Oggigiorno, le e-mail rappresentano uno dei principali canali per lo scambio di informazioni, e questo non solo per le aziende ma anche per i singoli utenti. Questo è il motivo per cui ricevi messaggi importanti, con qualsiasi tipo di allegato. Naturalmente, perderli potrebbe essere davvero pericoloso. E questo potrebbe accadere per tanti motivi, da attacchi virus ad azioni scorrette eseguite dall’utente. Ecco perché eseguire il backup delle e-mail è davvero importante.

Outlook Express è a oggi uno dei client di posta più popolari. La sua popolarità va attribuita al fatto che questo programma è incluso nel pacchetto di distribuzione di tutti i sistemi operativi Windows, a partire dalla versione 95 OSR2. Non è invece presente a partire da Windows Vista e successivamente in Windows 7, sistemi operativi che prevedono un altro client di posta, Microsoft Mail. Questo spiega perché capita piuttosto spesso di avere problemi nel backup delle informazioni da Outlook Express. Puoi risolvere questo problema con Outlook Express Backup Toolbox (scarica). A tal fine, analizziamo questo processo nel dettaglio.

SCARICA COME SI USA COMPRA

EULA - End User License Agreement

Diamo un’occhiata alla configurazione del backup, utilizzando una semplice procedura guidata passo-passo. Per avviare il processo, fai clic sul pulsante Backup.

Nel primo passaggio, specifica le informazioni di cui intendi eseguire il backup. A questo scopo, hai a disposizione una struttura ad albero contenente tutte le identità esistenti (impostazioni account, cartelle con corrispondenza, firme e regole dei messaggi) e le informazioni generali (rubrica, elementi decorativi). Accanto a ciascuna sezione, trovi delle caselle di controllo utili a selezionare i dati da sottoporre a backup. Puoi selezionare interi rami corrispondenti alle identità di tuo interesse oppure espandere gli stessi e selezionare singoli elementi: impostazioni, cartelle con corrispondenza, firme e regole dei messaggi.

Il passaggio successivo consiste nel selezionare il file in cui salvare la copia di backup. Puoi digitare il suo nome manualmente, includendo tutto il percorso. Tuttavia, è più comodo usare Esplora risorse facendo clic sul pulsante. Qualsiasi sia la tua decisione, ricorda di nominare il file in cui salvare la copia di backup con estrema attenzione. Ti consigliamo di specificare al suo interno la data e l’ora di creazione. Questo ti consente di evitare confusioni successive e di trovare rapidamente le copie di backup che ti servono. A tale proposito, nota che Outlook Express Backup Toolbox viene in tuo aiuto aggiungendo automaticamente la data corrente al nome del file.

A questo punto, devi configurare altri parametri di backup. Come prima cosa, la velocità di compressione. Per specificarla, hai a disposizione i pulsanti di opzione Modalità di archiviazione. Le opzioni disponibili sono 4: Nessuna, Veloce, Normale e Max. Più la velocità di compressione è elevata, minore è lo spazio occupato dal backup. Tuttavia, i tempi di backup e ripristino delle informazioni sono più lunghi. Se necessario, puoi proteggere la copia di backup da accessi non autorizzati. Per fare questo, seleziona uno dei quattro metodi di crittografia disponibili nell’elenco a discesa Metodo di crittografia (protezione PkZip standard o algoritmo AES con lunghezza chiave da 128, 196 o 256 bit), quindi digita la password di accesso nel campo Password.

Il parametro successivo da specificare riguarda la suddivisione del backup in più volumi. A tale proposito, hai a disposizione il campo Suddividi nei volumi. Per impostazione predefinita, questo campo è vuoto. Questo significa che tutte le informazioni sono salvate in un unico file di backup. Se hai intenzione di archiviare la copia di backup su un supporto rimovibile, puoi selezionare l’opzione corrispondente nell’elenco a discesa: ZIP-100, CD-650 MB e così via. In questo caso, il programma suddivide automaticamente il backup in volumi conformi ai supporti selezionati. Se necessario, puoi digitare le dimensioni di questi volumi manualmente (in byte).

Questo passaggio si conclude con l’indicazione della modalità di avvio dell’attività. A questo scopo, hai a disposizione i pulsanti di opzione Modalità di avvio. Per impostazione predefinita, è selezionata l’opzione Esegui immediatamente. Se hai però bisogno di configurare un backup automatico, seleziona l’opzione Aggiungi ad attività pianificate. In questo caso, è creata un’attività pianificata Windows. Questo approccio ti consente di avviare automaticamente un processo di backup in accordo alla pianificazione, assicurando in tal modo una protezione costante per i tuoi messaggi e-mail.

Al passaggio successivo, si apre la finestra di dialogo Nuova attività Windows standard. I campi principali sono già specificati. L’unica cosa che devi fare è inserire nome utente e password dell’account interessato dal processo di backup, come pure specificare il tipo di pianificazione: giornaliero, settimanale, mensile, all’arresto del computer e così via. Nota che un’attività può avere più pianificazioni, il che ti permette di implementare un criterio di backup delle informazioni flessibile. Dopo essere stata salvata, l’attività pianificata compare all’interno della cartella Windows corrispondente (Start|Tutti i programmi|Accessori|Utilità di sistema|Attività pianificate). Può essere modificata successivamente, ad esempio con riferimento alla pianificazione.

A questo punto, il processo di configurazione del backup può dirsi completo. Tuttavia, nota che non è creato alcun backup (il backup, infatti, è creato automaticamente in accordo alla pianificazione). Se hai bisogno di un backup immediato, lascia selezionata l’opzione Esegui immediatamente. In questo scenario, al passaggio successivo il programma visualizza la domanda seguente: Avviare il processo di backup? Tu devi solo confermare e attendere il completamento del processo di backup. La durata del processo dipende poi dalle informazioni di origine e dalle risorse di sistema disponibili nel computer.

Le informazioni sono ripristinate da una copia di backup creata in precedenza con l’aiuto di una procedura guidata passo-passo. Per avviare tale procedura, fai clic sul pulsante Ripristino dopo aver avviato Outlook Express Backup Toolbox. Successivamente, il programma ti consente di scegliere fra due metodi di ripristino delle informazioni: Ripristino semplice e Ripristino avanzato. La differenza consiste in quanto segue: se usi il primo metodo, è eseguito il backup di tutti i dati archiviati. Il secondo metodo, di contro, ti consente di selezionare le informazioni necessarie come pure di ripristinarle in un’identità diversa da quella di origine.

La selezione del file di backup è eseguita al passaggio successivo. Puoi digitare il suo nome manualmente, includendo tutto il percorso. Ma, chiaramente, è più conveniente utilizzare Esplora risorse facendo clic sull’apposito pulsante.

Se selezioni il primo metodo, al passaggio successivo il programma mostra un avviso, a indicare che tutti i dati attualmente esistenti in Outlook Express saranno eliminati. Ti è quindi chiesto se eseguire o meno la copia di tali dati. Rispondendo sì avvii il processo di ripristino.

Se selezioni il metodo avanzato, puoi specificare i dati necessari dopo la selezione della copia di backup: identità (impostazioni account, cartelle con corrispondenza, firme, regole dei messaggi) e informazioni generali (rubrica, elementi decorativi). A questo scopo, puoi aiutarti con la struttura ad albero di cui abbiamo già parlato. L’unica differenza è che tale struttura non contiene le informazioni attualmente esistenti in Outlook Express ma i dati generati dal backup. Seleziona quindi l’identità di ripristino delle informazioni. Per impostazione predefinita, nell’elenco a discesa Destinazione è selezionato l’account sottoposto a backup. Tuttavia, se necessario puoi ripristinare i dati in una nuova identità. A tal fine, ti basta selezionare la voce Nuova identità nell’elenco a discesa, quindi inserire il nome dell’identità che desideri creare. Questo approccio ti consente di ripristinare tutte le informazioni conservando i dati attualmente esistenti.

Successivamente, il processo è avviato. La durata dipende da tanti fattori, ma principalmente dalla quantità di informazioni e dalle risorse di sistema disponibili sul computer. Nota che devi chiudere Outlook Express prima di avviare la copia dei dati. In caso contrario, il processo sarà completato in modo scorretto.

Per concludere, Outlook Express Backup Toolbox è uno strumento straordinario per eseguire il backup di tutte le informazioni salvate sul client di posta Outlook Express. Possiede tutte quelle funzioni necessarie per risolvere questo tipo di problema all’insegna di una qualità elevata. Non possiamo poi non ricordare l’estrema semplicità di questo programma. Consente di eseguire il backup dei dati a chiunque, anche agli utenti meno esperti.

Gestione identità

Gestione identità è una funzione extra di Outlook Express Backup Toolbox. Si tratta di un modulo speciale utilizzabile per gestire le identità di Outlook Express, e consente quindi di configurare questo client di posta per l’uso da parte di più utenti. Puoi avviare Gestione identità con l’apposito pulsante . Questo ti consente di visualizzare l’elenco di tutti gli account esistenti. Da questo elenco puoi fare qualsiasi cosa: copiare, modificare o eliminare identità, come pure creare nuove identità.